THE OPERA LOCOS

THE OPERA LOCOS

EVENTO INTERNAZIONALE!

Cinque tra i più famosi cantanti d’opera del mondo sono convocati per un recital unico che ripercorre i più grandi classici del melodramma. Le premesse sono quelle per una serata gloriosa… o così sarebbe dovuto essere. Il concerto inizia alla grande ma ben presto sembra chiaro che il palcoscenico è troppo piccolo per accogliere degli ego così ingombranti. Il recital si trasforma per i produttori in un incubo con imprevedibili e disastrose conseguenze. Il caotico risvolto dello spettacolo originerà momenti di incredibile comicità per il pubblico che sarà testimone di un inesorabile scontro di cinque vanesie “prime donne” in una sfida fino all’ultima aria. Sarà una serata da ricordare. 

Lo spettacolo ha un’estetica molto curata, con veri cantanti lirici, molto humor e una grande storia d’amore raccontata attraverso le più grandi “hit” della storia dell’Opera di tutti i tempi. Possiamo dire che è un’Opera “senza le parti noiose, per godersi questo genere unico e avvicinare l’Opera ad un pubblico “generalista”.
Lo spettacolo si incentra sulle relazioni e le passioni occulte di una compagnia di Opera composta da 5 cantanti eccentrici, che durante lo spettacolo cantano rigorosamente dal vivo.
Con questo punto di partenza possiamo ripassare le grandi Hit dell’Opera di tutti i tempi.
Si può dire che abbiamo realizzato un’Opera con le migliori arie della storia dell’Opera.
Si cantano temi emblematici come "Nessun Dorma" di Giacomo Puccini, "Regina della Notte" da "Il Flauto Magico" di Mozart, che si fonde in maniera sorprendente con elementi Rock e Pop, per creare una nuova esperienza musico-teatrale.
"The opera locos" è uno spettacolo dove le arie si sacrificano sull’altare del burlesque, un’opportunità grazie alla quale il grande pubblico può conoscere l’Opera grazie al suo aspetto più popolare, mescolando l’assurdo, il mimo e il canto lirico (i cantanti cantano dal vivo sulla musica registrata).
La trama segue cinque personaggi pazzi che si esprimono attraverso frammenti di arie di opere famose, mescolate tra di loro o con temi di varietà, riorganizzati o parodiati.
La prima trama racconta di uno studente (controtenore) e il suo professore di canto (baritono), che studiano con poco successo l’aria di Figaro da "Il barbiere di Siviglia". Dal momento che l’alunno della lezione successiva è in ritardo, il maestro fa la sua lezione con il pubblico, invitato a cantare (con “la la la”) grandi arie del repertorio, come quella di Alfredo ne "La traviata", mostrando così quanto il repertorio dell’Opera (spesso considerato elitario e inaccessibile) sia ancorato alla memoria collettiva.
Mentre lo studente esprime la sua sensibilità cantando Haendel sotto la doccia (la temperatura dell’acqua è un pretesto per le vocalizzazioni della partitura), il Maestro mostra la sua virilità con l’aria di Escamillo estratta dalla "Carmen".
D’altra parte un’ammiratrice (la soprano che canta "O mio babbino caro" di Gianni Schicchi mentre abbraccia una foto del suo idolo) riesce a sedurre un cantante di Opera (il tenore), ubriaco e depresso perché incapace di cantare adeguatamente "Nessun Dorma" della "Turandot" (che alla fine interpreterà). Dopo aver tentato il suicidio (evocato nel famoso "Vesti la Giubba di Pagliaccio" e poi in "My Way" di Paul Anka) viene salvato dalla sua amata (che lo sgrida con l’aria di "La regina della notte" in "Il flauto magico"): finalmente si dichiara a lei, regalandole un anello di fidanzamento.
Alla fine una seduttrice (la mezzo-soprano, la strega come in Bianca Neve) proclama l’amore libero di Carmen prima di provare a sedurre un uomo del popolo grazie all’aria di Sansone e Dalila «Mon cœur s’ouvre à ta voix» e I will always love you de Whitney Houston.

 

YLANA è nata nel 1991 come una compagnia di teatro fisico. Attraverso gestualità, suoni e comicità genuina, YLANA crea i suoi lavori sulle più comuni situazioni di tutti i giorni, combinando un grande energia con l’umorismo e il rischio.
La compagnia sfrutta un irrivirente senso dell’umorismo, ironico e interattivo, cercando di suscitare nel pubblico le risate più spontanee.
YLANA trova nei suoni onomatopeici e nella gestualità la sua naturale forma di espressione, creando un mondo surreale e delirante dove tutto può succedere.
Dal suo primo incontro con il palco YLANA  ha prodotto 29 show, che hanno girato per più di 44 paesi e sono stati visti da più di 3.000.000 di spettatori, partecipando anche ad alcuni dei festival di teatro più prestigiosi,  come il Fringe Festival di Edimburgo o il Festival Internazionale di Teatro di Grenoble.
In Italia YLANA ha collaborato con Arturo Brachetti.

Acquista il tuo posto

Created and directed by YLLANA, David Ottone, Rami Eldar 
Performers María Rey Joly, Mayca Teba, Toni Comas, Enrique Sánchez Ramos, Jesús García Gallera
Musical direction

 Marc Álvarez, Manuel Coves

 

Orari spettacolo dal martedì al sabato ore 21:00 - domenica ore 17:00

© 2010-2019 Teatro Ambra Jovinelli. Tutti i diritti riservati.
Teatro Ambra Jovinelli Via Guglielmo Pepe, 45 - Roma - Infoline: +39.06.83082620 - +39.06.83082884 - Partita IVA 11106911008
Designed by Crisafi WebStudio